Errore 53 iPhone 6: Apple ci spiega come risolverlo a nostre spese

Mi Piace0
Mi Piace0

Errore 53 iPhone 6, tante le polemiche di questi ultimi giorni, probabilmente giustificate, continuano ad infuriare sul web per colpa dell’errore 53, che gli sfortunati possessori di iPhone 6 che hanno effettuato una riparazione in un centro non autorizzato Apple continuano a vedere apparire sul proprio display.

La riparazione in questione riguarda il tasto Home, su cui è presente il lettore di impronte: chiunque abbia riparato il proprio iPhone in via “non ufficiale”, effettuando l’aggiornamento ad iOS9, si vede apparire la simpatica scritta dell’errore, e si ritrova tra le mani un iPhonepraticamente inutilizzabile. Non possono essere recuperati contatti, foto, video, e tutti i nostri dati presenti all’interno del dispositivo Apple. Ma quello che più fa irritare gli utenti, è che la Apple abbia tenuto nascosta questa spiacevole novità del sistema operativo.

Errore 53 iPhone 6

errore-53-iphone-touch-id

Apple ha detto la sua, infatti si tratterebbe, secondo un portavoce dell’azienda di Cupertino, “del risultato di un controllo di sicurezza introdotto per proteggere i clienti”. Il lettore di impronte, necessario per l’utilizzo di Apple Pay, deve coincidere con tutti gli altri componenti dello smartphone. Se i componenti non coincidono, si attiva il blocco. Questo ha lo scopo di proteggere l’utente da chiunque possa tentare di rubare un telefono per installare un Touch ID manomesso col quale possa appropriarsi di dati e informazioni contenuti, o nella peggiore delle ipotesi prosciugare i conti collegati a Apple Pay.

Risolvere l’errore 53

Apple ha suggerito la via da intraprendere per risolvere il problema, ovviamente non sarà indolore e dovremo mettere mano al portafoglio, in pratica dovremo far riparare il nostro iPhone 6 presso un centro autorizzato Apple con ricambi originali Apple, che come ben sapete non sono di certo a buon mercato. Quindi il nostro consiglio è il seguente, se il vostro iPhone si rompo conviene farlo riparare dalla Apple, in quanto seguendo le vie non ufficiali vi ritroverete con un iPhone non funzionante, e dovrete spendere altri soldi per sistemarlo.

Aggiornamento 08/02/2016 ore 19:00

Sull’argomento siamo stati contattati da Fabio di “HoRottoliPhone”, che ci ha confermato che il problema è relativo al Touch ID e quindi gentilmente ci ha fornito ulteriori dettagli:

Buonasera, ho letto il vostro articolo riguardante l’errore 53 riscontrato da alcuni utenti su
vari modelli da iPhone 6 in su.
Intanto mi presento, mi chiamo Fabio Grassi, ho 32 anni e dal sono riuscito crearmi
un’occupazione seguendo la mia passione.
Partendo dalla mia passione, oggi sono riuscito ad aprirmi un laboratorio di riparazioni e
questa adesso è tutta la mia vita, ovviamente famiglia a parte.
Sono diplomato in informatica, programmazione per l’esattezza, ma non è il mio forte.
Per anni ho svolto due lavori, il primo di giorno come ispettore sanitario mentre il secondo la
sera e nelle pause pranzo come tecnico, cominciando appunto parecchi anni fa ed effettuare
riparazioni anche a domicilio.
Ho scoperto di essere appassionato di riparazioni e dal 2010 appunto mi sono innamorato di
Apple.
Sono un precisino per natura per le cose che soprattutto mi piacciono e quando ho letto
l’articolo mi sono accorto che era la copia errata di tanti altri trovati in rete.
Dunque vorrei fare chiarezza in quanto da come scrivete sembra quasi che la Apple si accorga
della manomissione e ti blocchi il telefono.
Oppure che in seguito alla apertura di un tecnico non certificato il telefono si rompa.
Bene non è così.
L’errore 53 è riconducibile appunto al touchId Vero, ma bisogna appunto scrivere che
chiunque può romperlo.
Il tasto home del iPhone, (dal 5s in su) è univoco, cosa vuol dire…
ne esiste uno e uno soltanto al mondo programmato per quella unica scheda logica.
Sul 5s se accidentalmente veniva rotto il tasto home si era obbligati a rinunciare per sempre
all’impronta digitale ma si poteva tranquillamente aggiornare limitando appunto poi l’utilizzo
del tasto home solo come tasto e non più come lettore di impronte.
Dal iPhone 6 le cose sono cambiate….infatti se il tasto home del 6 si guasta ( per
manomissioni, rotture, cambi schermi) il telefono da li in avanti non sarà più AGGIORNABILE,
ma l’utente potrà comunque continuare ad utilizzarlo purché non lo aggiorni…
Questo in foto è un touchId nuovo. (Fig.1) che potrebbe essere utile nel caso l’utente
rompesse schermo e tasto, con questo potrebbe almeno tornare ad avere la funzione di tasto
home

(Fig.1)

 

Mentre questo è il Flat di connessione tra il touchId e la Logic board (Fig2), che spesso si guasta in
seguito alla sostituzione, ed a volte sostituendolo il touchid torna a funzionare.

(Fig. 2)

Questo è uno schermo iPhone 6 non assemblato (Fig3)

Vorrei concentrarmi sulla fig. 1 e Fig.2.
Garantisco che è molto più facile guastare il Flat di connessione tra touchId e LogicBoard rispetto
al TouchId stesso.
L’operazione non è complicata ma ci vuole un po’ di praticità e tecnica.
Il tecnico alla fine della riparazione dovrebbe mostrare al cliente che il TouchId funzioni
correttamente.
Nel mio caso specifico io normalmente mostro anche il funzionamento di altri componenti come il
sensore di prossimità, microfonino, siri e fotocamera frontale.
Ci tenevo appunto a specificare che chiunque può guastare il TouchId, un tecnico Apple tanto
quanto un tecnico non certificato.
Se fate attenzione infatti vi accorgere che in caso di sostituzione del display in Apple, vi viene fatto
rimuovere l’id iCloud, proprio perché se si dovesse accidentalmente rompere il touchId, vi
sostituirebbero direttamente il telefono.
Per concludere dico.
Il telefono con touchId rotto (dal iPhone 6 in su) può funzionare tranquillamente fin quando il
telefono non viene aggiornato.
Il touchId è un pezzo separato dal display ed è associato solo e soltanto ad una scheda madre (per
ragioni di sicurezza di privacy dei dati dell’utente).
Il touchId non è riparabile ma è sostituibile il tasto, ovvero se si dovesse rompere si potrebbe
sostituire tutto il pezzo ma il lettore di impronte smetterebbe di funzionare, ma continuerebbe
comunque a svolgere la sua funzione di solo tasto, ovviamente se non si aggiorna/ripristina il
dispositivo.
Il Tasto home funziona sia come tasto che come lettore di impronte. Quindi non è assolutamente
vero che se il telefono viene aperto da un tecnico non Apple il telefono si rompe, basta
semplicemente affidarsi a centri capaci e competenti e questa spesso è la cosa più complicata.
Spesso l’errore 53 si risolve sostituendo il Flat di connessione tra touchid e logicboard Fig.2.
Il problema del errore 53 si presentava anche su IOS 8 nello stesso medesimo modo, quindi il
problema non è legato al sistema operativo ma al dispositivo stesso.

Ovviamente tutto quello scritto è assolutamente dimostrabile senza problemi.
La vera fregatura è che spesso il touchid si guasta anche da solo e se questo dovesse succedere al
di fuori dei due anni di garanzia, l’utente si troverebbe obbligato a pagare il costo di una
riparazione assai cara, ad oggi si parla di più di 300,00 Euro.
Questo è il vero dramma…….. Quindi il consiglio mio è quello, ogni anno di cambiare il dispositivo.

Mi hanno sempre chiesto... me lo trovi a meno su internet? Bene ci ho creato un blog! Seguimi anche sul canale Youtube e Instagram!

Scontista