Truffe via WhatsApp | n.2

Mi Piace0
Mi Piace0

Torna un nuovo appuntamento con le truffe che, regolarmente, coinvolgono la più popolare app di messaggistica.

Dobbiamo parlare di nuovo di una truffa che riguarda Whatsapp. E lo facciamo per mettervi in guardia, sia chiaro, non per riempire il blog con articoli che possono annoiare alcuni di voi. Non è nemmeno la prima volta che qualche furbo mette in giro il messaggio di WhatsApp a pagamento, anzi è da anni che circola e ritorna puntualmente. E questo succede perchè c’è ancora chi, suo malgrado, ci casca purtroppo.

La nuova truffa è stata segnalata dalla Polizia di Stato che ha avvertito prontamente gli utenti attraverso il profilo Facebook del Commissariato di PS Online. Sembra quasi il copione delle precedenti truffe perchè, come in passato, anche stavolta il messaggio parla di un link a cui cliccare per rinnovare l’abbonamento a Whatsapp. Che, lo ricordo, è gratuito per tutti. L’azienda, già qualche anno fa (Facebook, per capirci, che è proprietaria dell’app di messaggistica) ha deciso di lasciare gratuita per ogni utente questa applicazione. E in modo ufficiale, quindi non ci si può sbagliare su questo. Perciò, ecco qui sotto il messaggio-truffa da evitare. Dovesse arrivarvi questo messaggio, non cliccate sul link ma cancellate direttamente il messaggio.

 

Truffe via WhatsApp | n.2

Blogger e scrittore. Ho pubblicato libri di racconti, romanzi e saggi. Acquistali su iTunes, Amazon e Google Play in formato digitale e cartaceo.

Cosa ne pensi? Il box dei commenti è a tua disposizione!

      Rispondi

      Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

      Scontista
      Register New Account
      Reset Password

      Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi l' informativa estesa sui cookie. Cliccando sull'apposito tasto acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti rimarranno disabilitati.